Tatuaggi femminili: tutto quello che c’è da sapere

0
4034
tatuaggi rondini
Photo by Clem Onojeghuo on Unsplash
 

Sui tatuaggi si dice tutto e il contrario di tutto. Chi ancora li giudica approcciandosi con forti pregiudizi, chi li ama, chi dice di amarli, ma fa differenze di genere tra uomini e donne tatuati. I tatuaggi femminili sono ancora oggi quelli più additati o meno accettati. Spesso si tende ad “accettarli” solo se sono piccoli e discreti.

Ma quali sono le caratteristiche di un tatuaggio femminile? Ci sono davvero delle differenze sostanziali con quelli maschili? Le dimensioni contano? Quante domande da porsi prima di farsi inchiostrare la pelle… quando invece le uniche valide dovrebbero essere quelle relative alla sicurezza e all’igiene.

Tatuaggi femminili socialmente accettati

Quando si leggono in giro articoli sui tatuaggi femminili, anche su riviste e siti specializzati, i testi sono pieni di consigli su come fare per far accettare la cosa ai genitori o, peggio, al fidanzato un po’ restio. Frasi che non si leggono da nessuna parte quando si parla di tatuaggio maschile. Persiste l’idea che una donna debba quasi chiedere il permesso (alla società, alla famiglia) per disporre liberamente del proprio corpo. Ciò accade anche per i vari piercing.

Profusioni di consigli si trovano anche sui punti in cui una ragazza dovrebbe farsi tatuare: piccole parti del corpo che restano normalmente nascoste. E passi se si ricopre una posizione lavorativa che non consente di mostrare tatuaggi (né a uomini, né a donne): ancora questo pregiudizio esiste e ci vorrà del tempo per scalzarlo, purtroppo. Ma se è solo una cosa da nascondere perché “addosso a una ragazza non è bello”, allora infastidisce parecchio.

“Non lo faccio per farmi notare, ma per me”. “È piccolo e nascosto, lo vedo solo io”. Sono solo un paio delle frasi ricorrenti che molte ragazze pronunciano quasi a doversi giustificare della scelta di tatuarsi. Ma anche se tu fossi un’esibizionista o se, semplicemente, amassi mostrare l’opera di un tatuatore sulla tua pelle, non dovresti scusarti con nessuno… Vediamo insieme quali tipologie di tatuaggio sono considerate più femminili.

Tatuaggi femminili piccoli

Photo by Dmitriy Nushtaev on Unsplash

Generalmente i tatuaggi piccoli sono considerati più femminili. Simboli, animali stilizzati, iniziali, croci… Molto frequenti sono le farfalle, le stelle, gli origami e, naturalmente, i cuori. I tatuaggi femminili, tuttavia, non si distinguono tanto per la dimensione, quanto spesso per un tratto più sottile, linee che richiamano la leggerezza, disegni che tendono a far pensare all’aria…

Altri soggetti molto ricorrenti sono i fiori, soprattutto rose e margherite, le ali degli angeli, i personaggi di alcune favole, come Alice, Peter Pan e Biancaneve, soprattutto in versione silhouette. Solitamente questi tatuaggi sono neri o blu: difficilmente si scegli di colorare un tattoo così piccolo.

Tatuaggi femminili eleganti: cosa vuol dire?

Un altro concetto che si tende a sottolineare è la necessità che i tatuaggi femminili siano eleganti. Ma cosa vuol dire eleganza del tatuaggio? Come per ogni cosa, l’eleganza sta innanzitutto in come quel qualcosa si porta. È una dote innata, si può imparare un po’ a migliorarla, ma se l’eleganza non si possiede, purtroppo non si compra. Certamente risulta molto più elegante una persona sicura di sé: per questo, se decidi di tatuarti, indossa il tuo disegno con disinvoltura e fierezza. Tutto sarà elegante in questo modo.

Leggi anche: Tatuaggi farfalle: significati, stili e tante idee da copiare

Se però per eleganza intendi linee sottili e leggere, allora esistono tutta una serie di motivi floreali, rami stilizzati, curvilinei astratti, composizioni di fiori e farfalle che richiamano sempre la leggerezza e l’aria, un fluire vitale che tende verso l’alto e l‘etereo. Molto dipende anche dal punto del corpo in cui decidi di far inchiostrare questo tatuaggio: alcuni sono considerati più eleganti di altri, come la caviglia, la nuca, dietro l’orecchio. Solitamente punti che al contempo sono anche ammiccanti e molto sexy.

Tatuaggi femminili sul polso

Un vero must per le donne è il tatuaggio sul polso. È sempre lì, per poter essere visto da chi lo porta in ogni momento. Si può mimetizzare sotto un bracciale o al polsino della camicia, ma fa capolino in modo birichino.

I soggetti per un tatuaggio sul polso sono tra i più disparati: nomi, simboli, semi delle carte, dadi, astrazioni… Un altro punto molto vicino sono le dita: moltissime donne si fanno realizzare un piccolo tattoo su un dito, lateralmente o a mo’ di anello. Date, nomi, antichi simboli indiani sono i soggetti che vanno per la maggiore, ma puoi scegliere ciò che vuoi, persino un piccolo monito personale di vita da avere sempre sott’occhio.

Tatuaggi femminili per il braccio

Sul braccio puoi sbizzarrirti con il tatuaggio davvero come meglio credi. Sempre premesso che una donna può farsi tatuare anche tutto quello che si fa inchiostrare un uomo, se le piace e lo desidera, ci sono tatuaggi femminili per il braccio davvero molto belli, come stilizzazioni di rami fioriti che corrono lungo tutto il braccio o motivi orientali.

Sono sempre di più le ragazze che si fanno tatuare delle frasi sul braccio, magari prese da un libro o da una canzone. In questo caso, il lettering sarà importantissimo da scegliere: tratti per lo più sottili, corsivi e handwriting sono le scelte più frequenti per il carattere. Se la frase è presa da una canzone, puoi corredarla con un pentagramma con note musicali, chiavi di violino, ecc. Allo stesso modo, se si tratta di citazioni letterarie, possono essere accompagnate da una stilografica, magari antica, con la piuma…

Tatuaggi femminili sulla schiena

Photo by Gabriel Nunes on Unsplash

E tanto per smentire il concetto per cui i tatuaggi femminili dovrebbero essere piccoli, sono sempre più frequenti le schiene di donna tatuate. Bellissime, colorate, per lo più in stile old school, sono praticamente delle tele bianche sulle quali il tatuatore può esprimere tutta la sua creatività.

Spesso, oltre a quelli colorati in stile old school, le donne si fanno tatuare bellissimi soggetti stilizzati: fiori portatori di simboli come le ninfee, farfalle e altri insetti, ali di angeli sulle scapole, magari con il piumaggio che occupa tutto il resto della schiena.

Molto gettonato è anche un finto pizzo o un gioiello che scende lungo la schiena in stile gotico. Questi tatuaggi sono spesso neri o blu scuro, senza aggiunta di colore.

Tatuaggi femminili di nomi

Naturalmente il nome tatuato è sempre un must. A meno che tu non sia certa che quella persona resterà nel tuo cuore per il resto della vita, qualunque cosa accada, ti sconsigliamo di tatuarti il nome del fidanzato. Ovviamente la scelta finale resta la tua, e proprio per questo devi essere sicura di non farlo per compiacerlo.

Molto diffusa, sia tra gli uomini che tra le donne, la scelta di farsi tatuare il nome dei figli. Sicuramente è qualcosa di molto romantico e intenso. Quale consiglio darti in questo caso? Sempre lo stesso: scegli il giusto lettering, il punto in cui farlo tatuare e, se desideri imprimere più personalità, accompagna il nome con qualcosa di caratteristico che ricordi tuo figlio o tua figlia.

Leggi anche: Mandala tattoo: scopri i simboli e la storia di questi antichi tatuaggi