Vespa ha cambiato la vita di intere generazioni in tutto il mondo, fornendo sempre la risposta più evoluta al loro desiderio di mobilità che ha saputo interpretare evolvendosi ma rimanendo sempre fedele a se stessa. Un successo planetario che – dopo oltre diciotto milioni di esemplari, più di un milione e mezzo dei quali prodotti solo negli ultimi dieci anni – l’ha resa un simbolo universale di eleganza e tecnologia. Fra le principali novità alla 75ª edizione del Salone internazionale delle due ruote il Gruppo Piaggio ha presentato la prima Vespa Elettrica. 

Vespa elettrica

Dopo il prototipo svelato lo scorso anno arriva in strada la nuova Vespa elettrica elegante, silenziosa ed ecologica. Vespa Elettrica non è uno scooter elettrico, è un’opera d’arte contemporanea con un cuore tecnologico. Vespa Elettrica vuol dire guida facile, anzi naturale. Significa connettività totale e silenziosità, personalizzazione e accessibilità, valori che sono sempre appartenuti a Vespa e che oggi trovano la loro totale realizzazione.

Vespa Elettrica è mossa da un motore elettrico in grado di erogare una potenza continua di 2 kW e una potenza di picco di 4 kW che consente di ottenere prestazioni superiori a quelle del  tradizionale Cinquantino, soprattutto per quanto riguarda l’accelerazione che beneficia della tipica erogazione brillante dei motori elettrici. Ne scaturisce una guida agile e piacevole nei percorsi cittadini, nel più assoluto silenzio: Vespa Elettrica è infatti completamente silenziosa, contribuendo a rendere le città meno caotiche e più vivibili, contrastando l’inquinamento anche dal punto di vista acustico.

Vespa elettrica

Vespa Elettrica garantisce una autonomia di 100 km, e per dare una risposta completa alla crescente domanda di mobilità pulita, si presenta anche nella versione X che, affiancando un generatore al motore elettrico, garantisce fino a 200 km di autonomia. La moderna batteria agli ioni di litio non necessita di manutenzione o di particolari precauzioni: per la ricarica è sufficiente svolgere il cavo situato nel vano sottosella e collegare la spina a una normalissima presa elettrica a muro, oppure a una delle colonnine di ricarica sempre più diffuse nelle grandi città. Il tempo necessario per una ricarica completa è pari a 4 ore. Con Vespa elettrica si affronta la città non solo in maniera ecologica, ma anche”connessa” grazie alle numerose funzionalità offerte da una nuova versione del Vespa Multimedia Platform, il sistema multimediale che consente di collegare lo smartphone al veicolo.

Vespa elettrica

L’ interfaccia uomo-macchina completamente nuova,  prevede poi una strumentazione digitale con display TFT a colori. Proposta in una speciale finitura grigio cromo caratterizzata da riflessi metallizzati, attorno alla quale il cliente può scegliere di ritagliarsi su misura numerosi dettagli distintivi, disponibili in 7 varianti cromatiche, Vespa Elettrica sarà integralmente prodotta a Pontedera e da lì verrà distribuita in tutto il mondo nel corso del 2018.

Vespa elettrica

Un mix perfetto di emozione, tecnologia e attenzione all’ambiente che solo Vespa è in grado di creare. Come ha sempre fatto nei suoi primi settanta anni di storia.

www.vespa.com