Le Mans Classic 2018, l’Edizione di tutti i record

Pubblicità
Pubblicità
 

L’edizione 2018 di Le Mans Classic ha battuto, ancora una volta, tutti i record di presenza e partecipazione. Al leggendario Circuit de la Sarthe, gli organizzatori dell’evento, Peter Auto e l’Automobile Club de l’Ouest con Richard Mille, il partner principale, hanno accolto 135.000 spettatori nell’arco di tre giorni, oltre 700 auto d’epoca da competizione, 200 club automobilistici 1.000 piloti – tra cui i 10 vincitori della 24 Ore di Le Mans – di 30 nazionalità. Un indiscutibile successo che non ha mai smesso di crescere dalla sua prima edizione.

Erano presenti tutti gli ingredienti per garantire che questa celebrazione automobilistica fosse degna delle precedenti edizioni: un sole radioso, 8.500 auto di 60 marchi diversi, le celebrazioni del 70 ° anniversario di Porsche e dei 40 anni dalla vittoria dell’Alpine alla 24 Ore di Le Mans, l’asta di Artcurial Motorcars e il concorso Le Mans Heritage Club, che ha presentato 24 modelli che hanno scritto la storia di questo leggendario circuito.

Porsche 962 during the 2018 Le Mans Classic, France from July 6 to 8, at Le Mans – Photo Antonin Vincent / DPPI

Oltre alle tradizionali griglie da 1 a 6 e al Gruppo C, che rappresenta i bolidi Le Mans che hanno corso dal 1923 al 1993, il gruppo delle Global Endurance Legends ha introdotto una nuova era a Le Mans Classic, quella delle GT1 e delle altre LMP1s degli anni 1990 e 2000. Con questa griglia dimostrativa, l’evento ha ora esteso la retrospettiva della 24 Ore di Le Mans fino al 2016, con la famosa Audi R8, la Bentley Speed 8, la Peugeot 908 HDI e molto altro, come la McLaren F1 e la Maserati MC12.

Richard Mille ha colto l’occasione per invitare alcuni amici e partner, come Mike Flewitt, CEO di McLaren Automotive, il futuro pilota di Formula E Felipe Massa, il pilota WRX Sébastien Loeb e il calciatore Didier Drogba. Quest’ultimo ha dato il via alla Little Big Mans, la corsa dei giovanissimi piloti. Un centinaio di repliche in miniatura di auto d’endurance sono scese in pista sul rettilineo degli spalti sotto l’applauso del pubblico.

61 HOOD (gbr), LISTER Jaguar Knobbly 1958, during the 2018 Le Mans Classic, France from July 6 to 8, at Le Mans – Photo Francois Flamand / DPPI

Successivamente, i loro colleghi adulti della Griglia 1, che raggruppa le auto ante guerra (1923-1939), si sono preparati per la partenza ufficiale della 9°edizione di Le Mans Classic. Sébastien Loeb e Felipe Massa hanno sventolato insieme la bandiera francese, dando il via alla partenza di uomini e macchine sul circuito di Le Mans. Così è iniziata la corsa per le sei griglie che doveva concludersi il pomeriggio seguente.

Le vetture sono state le protagoniste dello spettacolo, non solo in pista, ma anche nei paddock e nel villaggio di Le Mans. Mentre Artcurial Motorcars ha battuto il martello per chiudere la vendita di una Mercedes Roadster 300 SL a 3,1 milioni di euro – un prezzo da record – il pubblico ha potuto scoprire la presentazione, in anteprima, del nuovo libro Car Racing 1965 volume 1, pubblicato da Éditions Cercle d’Art e dall’agenzia DPPI Images. Quest’opera riunisce gli archivi inediti di foto di corse automobilistiche su strade e circuiti, catturate nel 1965, dall’agenzia fotografica DPPI Images.

32 MILLE (fra) / MILLE (fra), LOLA T212 FVC 1970, action during the 2018 Le Mans Classic, France from July 6 to 8, at Le Mans – Photo Francois Flamand / DPPI

Nel frattempo Richard Mille ha presentato il nuovo orologio dedicato alla corsa, l’ultra sportivo RM 11-03 Le Mans Classic. Un’edizione limitata a 150 esemplari in ceramica bianca dotata del calibro automatico RMAC3 con cronografo flyback pronto ad abbattere letteralmente i tempi sulle piste.

Fra due anni tutti potranno ritrovare lo «spirito di Le Mans» all’edizione 2020, che segnerà il decimo anniversario di uno dei più grandi eventi di auto storiche del mondo.

eventi

www.richardmille.com

correlati

Swarovski celebra 125 anni di brillante maestria artigianale

La nuova Collezione Autunno 2020 di Swarovski continua a celebrare 125 anni di ricca tradizione, storia e impegno per creazioni dal meraviglioso scintillio. Cinque generazioni...

Il fascino di pezzi d’arte unici realizzati su misura da Il Bronzetto

Tre dimore storiche situate nel cuore dell’Oltrarno Fiorentino, la parte più autentica e artigianale della città, tutt’ora sede di autentiche botteghe artigiane a pochi...

Nuova veste per i letti Lyle Modern e Lyle Capitonné di Noctis

Noctis – affermata realtà con 30 anni di storia, passione e ricerca nel settore dei letti imbottiti 100% Made in Italy – rinnova i letti Lyle Modern e Lyle Capitonné, riducendo...

Sedie & Poltroncine N.811 di Gebrüeder Thonet Vienna

Continua il racconto della collezione storica di Gebrüeder Thonet Vienna con la seduta N. 811 progettata da Joseph Hoffmann nel 1930, che nei suoi tratti geometrici e puri...
Pubblicità