Trasporto eccezionale, la personale di Eva Marisaldi al PAC

Pubblicità
Pubblicità
   

Fino al 3 febbraio, il PAC |Padiglione d’Arte Contemporanea ospita a Milano la mostra Trasporto Eccezionale,  personale di Eva Marisaldi, una tra le artiste più rilevanti della generazione nata negli anni Sessanta.

Muovendosi tra fotografie, azioni, performance, video, animazioni e installazioni, alternati a tecniche più tradizionali e artigianali come il disegno e il ricamo, la mostra, curata da Diego Sileo, offre una nuova riflessione sull’artista italiana.  Dai suoi primi anni di produzione, fino ad oggi, attraverso un’ampia selezione di lavori passati e con la creazione di nuove opere pensate appositamente per gli spazi del PAC.

Eva Marisaldi. Trasporto Eccezionale: dimensioni “altre” dove tutto può succedere e tutto rimane sospeso

Le opere di Eva Marisaldi sono caratterizzate da una lirica vena narrativa e la sua ricerca prende spunto dalla quotidianità, indagandone gli aspetti più nascosti attraverso un processo poetico e giocoso che si addentra nella sfera della fantasia e dell’immaginazione. Interrogandosi su tematiche quali il dialogo e la narrazione, Marisaldi indaga le possibilità di riflessione individuale e collettiva all’interno dello spazio espositivo, rapportandosi con esso in maniera sempre puntuale e raffinata e dando vita a originali e suggestivi percorsi di trasformazione.

Un linguaggio e una figurazione al loro interno coerenti, che il visitatore della mostra è continuamente chiamato a decifrare, trasporta chi si pone difronte alle opre in dimensioni “altre”, dove tutto può succedere e dove tutto rimane sospeso, in cui l’artista pare mettere alla prova la diversità del funzionamento della mente e la complessità della comunicazione, senza tralasciare però un’imprescindibile componente ludica con cui lo spettatore è invitato a confrontarsi.

Leggi anche: Gli Animali negli scatti di Steve McCurry al MUDEC di Milano

Pubblicità

correlati

Hotel Col Alto di Corvara in Alta Badia

Nuovo anno, nuova sfida per l’Hotel Col Alto di Corvara, una delle icone dell’ospitalità in Alta Badia. Il Resort, fondato nel 1938 e, ancora oggi gestito dalla...

A Palazzo Grassi due monografiche su Henri Cartier-Bresson e Youssef Nabil 

Le sale espositive di Palazzo Grassi a Venezia riaprono al pubblico accogliendo, dall'11 luglio  2020 al 10 gennaio 2021, due importati mostre monografiche: Henri Cartier-Bresson....

Untitled, 2020Tre sguardi sull’arte di oggi a Punta della Dogana

L'11 luglio riapre al pubblico Punta della Dogana che, fino al 13 dicembre ospita a Venezia,  la mostra Untitled, 2020. Tre sguardi sull'arte di...

Kurt Cobain e il Grunge negli scatti di Peterson e Lavine a Firenze

A Firenze riapre Peterson – Lavine. Come as you are: Kurt Cobain and the Grunge Revolution; la mostra inaugurata lo scorso marzo, chiusa dopo pochi...
Pubblicità