Brera 76 di Marchi Cucine: un modello ispirato alla città di Milano

Pubblicità
Pubblicità
 

Brera 76 ricorda i loft delle grandi metropoli. Un modello dal forte impatto e personalità che conferisce a ogni casa un’atmosfera vissuta, rilassata, chic e creativa. Un’equilibrata combinazione di legno massello, acciaio e cemento rende Brera 76 una cucina componibile dai tratti fortemente evocativi e dallo stile unico. Completano l’atmosfera industrial i dettagli metallici delle maniglie e delle credenze che si combinano perfettamente al cemento del piano di lavoro.

Gli elementi delle credenze e della ghiacciaia in legno recuperato richiamano l’attenzione al riuso, il cui fascino risiede anche nella volontà di assaporare la storia che porta con sé ogni pezzo, raccontandola a chi vive la cucina fino in fondo. Brera 76 è disponibile nei colori bianco, rosso e grafite.

“Per questo modello ho preso ispirazione dalla città di Milano. Volevo una cucina metropolitana ma che al tempo stesso raccontasse una storia attraverso tutti i suoi elementi”. Così Gianluigi Marchi, fondatore e designer di Marchi Cucine, racconta l’ideazione della cucina Brera 76 il cui nome deriva proprio da una delle zone più conosciute della città meneghina. 

correlati

Swarovski celebra 125 anni di brillante maestria artigianale

La nuova Collezione Autunno 2020 di Swarovski continua a celebrare 125 anni di ricca tradizione, storia e impegno per creazioni dal meraviglioso scintillio. Cinque generazioni...

Il fascino di pezzi d’arte unici realizzati su misura da Il Bronzetto

Tre dimore storiche situate nel cuore dell’Oltrarno Fiorentino, la parte più autentica e artigianale della città, tutt’ora sede di autentiche botteghe artigiane a pochi...

Nuova veste per i letti Lyle Modern e Lyle Capitonné di Noctis

Noctis – affermata realtà con 30 anni di storia, passione e ricerca nel settore dei letti imbottiti 100% Made in Italy – rinnova i letti Lyle Modern e Lyle Capitonné, riducendo...

Sedie & Poltroncine N.811 di Gebrüeder Thonet Vienna

Continua il racconto della collezione storica di Gebrüeder Thonet Vienna con la seduta N. 811 progettata da Joseph Hoffmann nel 1930, che nei suoi tratti geometrici e puri...
Pubblicità