Il prossimo aggiornamento di Chrome porterà con sé delle interessantissime novità in termini di velocità. Infatti, il browser più diffuso e utilizzato in rete adotterà presto l’algoritmo di compressione Brotli, presentato dalla società di Mountain View qualche mese fa.

La nuova tecnologia permetterà a Chrome di comprimere i dati fino al 26% in più rispetto all’attuale motore, Zopfli: un balzo abbastanza netto, che si tradurrà nella capacità del browser di aprire le pagine più velocemente, permettendo allo stesso tempo agli utenti di risparmiare banda.

Chrome sarà il primo software del suo genere ad adottare Brotli, ma un aggiornamento di Firefox è già previsto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.