A diversi giorni dalla scomparsa di David Bowie, uno dei registi che ha avuto la fortuna di dirigerlo, Christopher Nolan, affida alle pagine dell’Entertainment Weekly un ricordo dell’artista londinese, che incrociò il suo cammino sul set di The Prestige, a oggi forse il miglior film di Nolan, e in cui Bowie interpretò Nikola Tesla.

“L’esperienza di averlo sul set fu meravigliosa. Sulle prime eravamo intimiditi. Lui possedeva un livello di carisma oltre il normale che aveva effetto su chiunque. Non avevo mai visto una troupe subire il fascino di una star del cinema in quel modo, qualunque ne fosse la grandezza. Lui aveva grazia e capiva quale impatto avesse sulla gente. Tutti conservano un profondo ricordo per averlo incontrato o per avergli parlato, anche se per poco. Ho lavorato con lui per quattro o cinque giorni e sono riuscito a infilare un paio di momenti per chiacchierarci insieme, sono ricordi di cui faccio tesoro. Normalmente quando incontri delle star e le conosci come persone, parte di quell’aura mistica se ne va. Ma questo con David Bowie non succedeva. Potevo continuare a dire di essere il suo più grande fan, un fan che ha miracolosamente avuto l’opportunità di lavorare con lui per un momento. Adoravo il fatto che dopo averci lavorato insieme ne subivo ugualmente lo stesso fascino per il suo talento e il suo carisma. Ho pensato che fosse qualcosa di magico.”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.