Solitamente, nel 99.9% delle volte, la pubblicità è qualcosa da saltare immediatamente in caso di streaming, oppure da mandare avanti velocemente in caso di registrazione in TV; nelle restanti 0.1% si tratta invece degli spot del Super Bowl, ogni anno pietre miliari del settore, impossibili da ignorare. Le aziende iniziano a valutare l’idea giusta mesi prima dell’evento, investendo una marea di denaro sia per la realizzazione che per lo spazio televisivo – in media 5 milioni di dollari per un singolo passaggio. Vince la gara chi produce la pubblicità più chiacchierata, più virale, più epica. Ovviamente non sempre tutto va per il verso giusto, accade spesso di incappare in fallimenti totali, andiamo a scoprire i migliori e peggiori spot del Super Bowl 50.

Miglior… uso di icone anni ’80 per vendere i grassi Avocados From Mexico

https://youtu.be/1ndPEQCoSzk

Miglior… uso di Jeff Goldblum per Apartments.com

Miglior… uso non troppo definito di David Bowie

https://youtu.be/yB8tgVqmKzw

Miglior… uso di Helen Mirren per convincervi a non guidare ubriachi: Budweiser

https://youtu.be/Rb2VXVmUga4

Miglior… uso del cream cheese per Adobe Marketing Cloud

https://youtu.be/u-7l3f43sbY

Miglior… tentativo di intimidirvi con Kevin Hart

Peggior… uso di un cane-scimmia

https://youtu.be/ql7uY36-LwA

Peggior… uso di oggetti animati indefiniti

Peggior… allusione alle Pussy Riot per vendere un’auto

https://youtu.be/MYeM-8hO3hM

Peggior… uso di Alec Baldwin per Amazon Echo

https://youtu.be/_y-4pGhRxek

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.