A partire dal 1 aprile tutte le immagini ottenute con ASTER, lo strumento di telerilevamento giapponese a bordo del satellite Terra della NASA, sono disponibili gratuitamente per gli utenti di tutto il mondo.

Un archivio sconfinato reso pubblico in collaborazione con il ministero dell’Economia e del Commercio giapponese, che contiene quasi tre milioni di immagini ad alta risoluzione del nostro pianeta, scattate a diverse lunghezze d’onda, per monitorare lo stato di salute della superficie per quanto riguarda la vegetazione, le acque, i ghiacci e la temperatura e l’elevazione del suolo.

[nggallery id=107]

Prima di oggi i dati di ASTER erano disponibili pagando al ministero giapponese una tassa nominale per l’acquisto dei prodotti dell’archivio. Ora tutte le osservazioni sono state rese completamente gratuite attraverso il portale online: un’occasione non solo per ammirare il pianeta da punti di vista differenti, ma anche un’opportunità per vedere realmente come è cambiata la Terra nel corso degli ultimi 16 anni a causa dei cambiamenti climatici, ma anche di altri fenomeni come erosioni, terremoti e alluvioni.

ASTER, acronimo di “Advanced Spaceborne Thermal Emission and Reflection Radiometer”, è uno dei cinque sensori remoti, progettati per monitorare lo stato dell’ambiente naturale e dei cambiamenti climatici sul nostro pianeta, installati a bordo del piccolo satellite scientifico multinazionale della NASA, attivo nell’ambito del programma NASA di Osservazione della Terra fin dal 1999.

Fonte

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.