Ya basta hijos de puta: Teresa Margolles al PAC di Milano

Pubblicità
Pubblicità
 

Il PAC (Padiglione di Arte Contemporanea) di Milano ospita, dal 28 marzo al 20 maggio, Ya basta hijos de puta mostra personale di Teresa Margolles (Culiacàn, 1963), artista messicana che vive e lavora tra Città del Messico e Madrid.

Con una particolare attitudine al crudo realismo, le opere  di Teresa Margolles testimoniano la complessità della società contemporanea, indebolita da un’allarmante violenza che sta lacerando il mondo e soprattutto il Messico. Vincitrice del Prince Claus Award 2012, l’artista messicana ha rappresentato il Messico nella 53° Biennale di Venezia nel 2009 e le sue opere sono state esposte in numerosi musei, istituzioni e fondazioni internazionali.

Teresa Margolles: Ya basta hijos de puta, una tensione costante tra orrore e bellezza

Con uno stile minimalista, ma di forte impatto e quasi prepotente sul piano concettuale, le 14 installazioni di Teresa Margolles in mostra al PAC esplorano gli scomodi temi della morte, dell’ingiustizia sociale, dell’odio di genere, della marginalità e della corruzione generando una tensione costante tra orrore e bellezza.

Con la mostra il PAC attiva la prima delle quattro linee del suo palinsesto annuale, proponendo in occasione di miart mostre di artisti affermati nel panorama internazionale.

- Pubblicità -

Promossa dal Comune di Milano-Cultura e prodotta dal PAC con Silvana Editoriale, la mostra si inserisce nel calendario dell’Art Week, la settimana milanese dedicata all’arte contemporanea, in occasione della quale l’artista presenta una performance tributo a Karla, prostituta transessuale assassinata a Ciudad Juàrez (Messico) nel 2016. Un gesto forte, che lascerà una ferita aperta sui muri del PAC e vedrà protagonista Sonja Victoria Vera Bohòrquez, una donna trangender che si prostituisce a Zurigo. La performance avrà luogo venerdì 13 aprile ore 19.30, mentre domenica 15 aprile alle ore 18 sarà possibile effettuare una visita guidata con il curatore

Leggi anche: Novecento di carta. Disegni e stampe di maestri italiani al Castello Sforzesco

- Pubblicità -

correlati

Milano, un ritratto lungo sessant’anni negli scatti di Cesare Colombo

Fino al 13 settembre 2020, la sala Viscontea del Castello Sforzesco di Milano, ospita la mostra Cesare Colombo. Fotografie/ Photographs 1952-2012, a cura di Silvia...

Jacques Henri Lartigue, una grande retrospettiva a Venezia

Dall’11 luglio 2020 al 10 gennaio 2021 la Casa dei Tre Oci di Venezia ospita la mostra Jacques Henri Lartigue. L’invenzione della felicità, la più...

Daniel Buren. Illuminare lo spazio, la grande mostra a Bergamo

Dopo i mesi di sospensione delle attività dovuti al lockdown, la GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo riapre al pubblico  con la mostra Daniel Buren. Illuminare...

Estate 2020, a Roma torna il viaggio multimediale nel Foro di Augusto

Per tutta l'estete, dall’8 luglio all’8 novembre 2020, torna l'iniziativa Viaggi nell’antica Roma; lo spettacolo multimediale che racconta e fa rivivere la storia del Foro di Augusto. Il...
Pubblicità