Dieta Plank: menu, risultati, e testimonianze della dieta iperproteica

Pubblicità
Pubblicità
   

La dieta Plank si basa su un concetto abbastanza semplice: tante proteine. Se seguita correttamente, dovrebbe permettere di perdere all’incirca 9 kg nel giro di due settimane. Si è diffusa soprattutto negli Stati Uniti e attraverso internet.

Dieta Plank: come funziona

Dieta Plank

La componente fondamentale della dieta Plank sono le proetine: è un regime alimentare iperproteico, nel quale i condimenti, l’alcol e i dolcificanti sono assolutamente vietati. Non vi preoccupate: la caffeina è più che permessa. Le proteine principali sono quelle animali, soprattutto derivanti da carne e pesce, mentre quelli vegetali non compaiono.

Come funziona? Il metabolismo proteico del corpo viene incoraggiato, in modo da far consumare energia e bruciare più grassi, e da dimagrire velocemente.

Pubblicità

Controindicazioni? Rischia di affaticare il fegato e include tante uova ed alimenti ricchi di colesterolo. È molto sbilanciata e può risultare rischiosa per la salute: per questo motivo, si consiglia in genere di intraprendere la dieta solo sotto la supervisione e con l’approvazione di un dietologo. Può darsi che per voi, la soluzione più appropriata sia una dieta più equilibrata.

Dieta Plank: il menu

Dieta Plank

Pubblicità

In linea generale, ci sono tante uova e molta carne rossa. A colazione, si bevono tè o caffè (rigorosamente senza zucchero), e cibi come panini e fette biscottate sono previste solo in alcuni giorni della settimana. Per pranzo e a cena sono previsti piatti unici a base di proteine: carne, pesce, uova con leggeri contorni di verdure. Il menù deve essere ripetuto per due settimane, ed è particolarmente difficile seguire più a lungo (cosa che viene oltretutto sconsigliata).

Vediamo insieme il menù settimanale della dieta Plank.

Giorno 1:
– 
Colazione: caffè in quantità desiderata, senza zucchero
– Pranzo: due uova bollite, spinaci leggermente salati
– Cena: una grande bistecca grigliata o tre fettine di manzo, insalata e sedano
Giorno 2:
– Colazione: caffè senza zucchero e un panino
– Pranzo: una grande bistecca, insalata, e frutta
– Cena: prosciutto cotto in quantità desiderata
Giorno 3:
– Colazione: caffè senza zucchero e un panino
– Pranzo: due uova bollite, insalata e pomodori
– Cena: prosciutto cotto e insalata
Giorno 4:
– Colazione: caffè senza zucchero e un panino
– Pranzo: 1 uovo bollito, carote crude o bollite e formaggio svizzero
– Cena: frutta e yogurt bianco
Giorno 5:
– Colazione: carote col limone e caffè
– Pranzo: pesce al vapore e pomodori
– Cena: bistecca e insalata
Giorno 6:
– 
Colazione: caffè senza zucchero e panino
– Pranzo: pollo alla griglia
– Cena: due uova bollite e carote
Giorno 7:
– Colazione: tè con il limone e senza zucchero
– Pranzo: bistecca grigliata e frutta
– Cena: quello che desiderate!

Dieta Plank: i risultati

Dieta Plank

La dieta dovrebbe essere ripetuta poi per un’altra settimana a partire dall’ottavo giorno. Se seguita correttamente, dovrebbe garantire l’accelerazione del metabolismo, la perdita di nove chili, e un cambiamento del metabolismo che dovrebbe (o almeno così si dice) aiutarvi a non prendere troppo peso per tre anni. Ma è davvero così?

Dieta Plank: testimonianze e opinioni

Dieta Plank

La dieta Plank è efficace per quanto riguarda la perdita di peso: si bruciano tanti grassi e un’alimentazione restrittiva funziona in questo senso. Il problema? In molti affermano di aver notato un rallentamento del metabolismo: il corpo non è più in grado di bruciare calorie correttamente, e in molti hanno ripreso i chili persi abbastanza velocemente. Infatti, molte diete prevedono anche una fase di mantenimento, mirata ad aiutare il metabolismo e al mantenimeno del peso finale.

Inoltre, con la dieta Plank si nota uno sbilanciamento notevole dell’alimentazione, che può causare debolezza e mal di testa. Non solo: non c’è alcuna indicazione riguardo all’associazione della dieta all’attività fisica. Sembra che le proteine contino più delle calorie ingerite e bruciate, e, in generale, di uno stile di vita sano (almeno per quelle due settimane).

Un altro piccolo consiglio: quando si perde peso, è importante anche prendere confidenza con uno stile di vita e un tipo di alimentazione sano. Il nostro corpo, infatti, ha bisogno di tutti i nutrienti, ed è utile aiutarsi e imparare a vivere e mangiare bene: soprattutto in termini di abitudini. 

Pubblicità

correlati

Hotel Col Alto di Corvara in Alta Badia

Nuovo anno, nuova sfida per l’Hotel Col Alto di Corvara, una delle icone dell’ospitalità in Alta Badia. Il Resort, fondato nel 1938 e, ancora oggi gestito dalla...

Pranzetto leggero e veloce: cosa mangiare senza strafare

Con la vita frenetica che quasi tutti siamo abituati a fare, capita spesso che si debba pranzare di corsa, tra un appuntamento di lavoro...

Tisana dimagrante allo zenzero e alla curcuma: come prepararle e usarle

Negli ultimi anni, soprattutto tra le donne, è esplosa la mania di tè e tisane. In commercio ce ne sono di tutti i tipi...

Acqua e limone: benefici, consigli d’uso e controindicazioni

Al giorno d'oggi esiste un farmaco per ogni disturbo eppure non tutti funzionano alla perfezione. In più alcuni di essi, ad esempio, hanno dei...
Pubblicità