Bruxelles: 10 cose da fare e da vedere nella capitale belga

Pubblicità
Pubblicità
 

Bruxelles è la capitale del Belgio e, di fatto, è considerata anche la capitale dell’Unione Europea, poichè sede di diversi istituzioni. Tra queste, si considerano la Commissione Europea, il Parlamento Europeo e il Consiglio dell’Unione Europea.

Questa città considivide lo stesso destino delle altre città europee considerate di “minor interesse”: eppure ogni città è meravigliosa perchè è unica ed irripetibile e Bruxelles gode di tante peculiarità che meritano di essere conosciute.

Ecco, allora, dieci cose da fare e da vedere a Bruxelles.

La Grand Place di Bruxelles

Bruxelles

La Grand Place viene considerata come una delle piazze più incantevoli del mondo. Dal giorno alla sera, al mercato dei fiori alle luci atmosferiche posizionate ad hoc, questa piazza merita tutto il prestigio accumulato nel corso degli anni. L’Hotel de la Ville è l’edificio che domina in assoluto la piazza, e si situa di fronte all’antica Casa del Pane, denominata Maison du Roi.

Intorno alla Piazza sono presenti le Case delle Corporazioni: infatti, si possono incontrare l’Etoile con il memoria a Everard ‘t Serclaes, la Casa dei Commercianti, la Casa dei Bochers e dei Brassers, quella dei Duchi di Brabant, dei Sarti e dei pittori. Questa piazza, non è solo luogo di  storia, ma è anche zona di ritrovo dei giovani della città e luogo della caratteristica infiorata: questa avviene ogni weekend di ferragosto degli anni paaari.

Le Case delle Corporazioni di Bruxelles

Come detto, attorno alla Grand Place si trovano le Case delle Corporazioni. Ognuno di questi edifici richiama l’arte che veniva eseguita dagli artigiani che facevano parte di quel luogo. Dai panettieri ai pittori, dai sarti ai birrai, proprio in questa zona (la grande piazza commerciale di una volta) gli artigiani praticavano questi mestieri.

Alcuni degli edifici sono stati convertiti in musei, come quello della birra (in cui è possibile ammirare gli strumenti che venivano usati), mentre altri sono diventati qualcos’altro, come la Corporazione degli Ebanisti che oggi è la Maison des Maitres Chocolatiers Belges, dove è possibile fare degli assaggi e acquistare dell’ottimo cioccolato belga.

L’Atomium di Bruxelles

Bruxelles

L’Atomium si trova nel Parco Heysel, a nord di Bruxelles. La struttura, realizzata in acciaio, è alta all’incirca 102 metri ed è composta da 9 sfere, ognuna con 18 metri di diametro: la costruzione non rappresenta altro che un cristallo di ferro ingrandito diverse volte.

Costruito per l’Esposizione Internazionale del 1958, l’Atomium ha avuto lo stesso destino della Torre Eiffel: creata per l’evento, è rimasto ancora nello stesso luogo, diventando una vera e propria attrazione turistica tanto quanto le altre. Le sfere sono il fulcro dell’opera: basti pensare che, oltre a godere di un panorama mozzafiato sulla città, è possibile partecipare a conferenze, mostre e concerti.

Il Musei Reali delle Belle Arti di Bruxelles

Sotto il nome di Musei Reali delle Belle Arti si riuniscono tutti i centri espositivi più famosi del Belgio, che espongono e conservano più di 20mila opere tra dipinti, sculture e disegni realizzati dal XV secolo fino ai giorni nostri.

In pieno centro città, si possono trovare il Museo d’Arte Antica, che espone opere del XV e XVIII secolo, tra cui Van Dyck e Rubens, e quello di Arte Moderna, che si occupa di opere realizzate dal 1800 ad oggi. Se si ha a disposizione diverso tempo, è possibile visitare anche il Museo Constantin Meunier e il Museo Antoine Wiertz.

Il Manneken Pis di Bruxelles

Bruxelles

Sin dal 1300, il Manneken Pis è il simbolo di Bruxelles, amato da tutti i belgi. La statuina, alta un cinquantina di centrimenti, che urina dall’altro di una fontana, è stata vittima di diverse sottrazioni. Infatti, in principio la statuina venne scolpita nella pietra nel 1388 ma venne rubata diverse volte. Sicché, nel 1619 venne realizzata una copia in bronzo della statua originale.

Anche se non è chiaro se quella di oggi sia un’altra copia e la riproduzione originale in bronzo, la statua, che si trova vicino alla Grand Place, è stata oggetto di diverse leggende, tra cui, la più famosa, narra che il bambino delle statua spende una fiamma urinandoci sopra e, così facendo, spegnendo un possibile incendio e salvando la città.

Il Palazzo Reale di Bruxelles

A sud del Parco di Bruxelles, si trova il Palais Royal, il Palazzo Reale. Anche se non è più residenza reale dal 1831 (da allora i monarchi vivono nel Palazzo di Laeken), l’edificio è uno dei più rinomati della città.

Edificato nel XIX secolo grazie a Guglielmo I, il palazzo è visitabile è aperto alle visite del pubblico dal 21 luglio (che è il giorno della festa nazionale) fino ai primi giorni di settembre e viene ancora usato, talvolta, per degli eventi particolari.

Cattedrale di San Michele e Santa Gudula di Bruxelles

Bruxelles

La Cattedrale di San Michele e Santa Gudula è una costruzione in stile gotico, realizzata nel XIII secolo sulle basi di un altro edificio però romanico risalente al XI secolo. Anche se ha acquisito il termine ufficiale di cattedrale nel 1961, veniva usato in via ufficiosa anche in precedenza: se inizialmente era conosciuta solo come Chiesa di San Michele, nel 1047 assunse anche il nome di Santa Claudia, quando vennero trasportate al suo interno i resti.

Situata vicino al centro della città, la cattedrale ha subito saccheggi in passato che l’hanno resa in parte spoglia: eppure il suo aspetto è rimasto immutato, con il pulpito intagliato nel legno e il Tesoro ubicato nella Cappella del Santissimo Sacramento.

Palazzo del Cinquantenario di Bruxelles

Il Palazzo del Cinquantenario si trova ad est del Parc du Cinquantenaire e la parte di maggiore impatto è l’arco di trionfo con a capo una quadriga bronzea. Somigliante alla Porta di Brandeburgo berlinese, il palazzo venne costruito per celebrare i cinquant’anni del Belgio come nazione totalmente indipenente.

Allo stato attuale, l’edificio accoglie ben tre musei: il Museo del Cinquantenario, il Museo di Storia Militare e l’Autoworld.

Il Palazzo di Giustizia di Bruxelles

Il Palazzo di Giustizia di Bruxelles venne completato tra il 1866 e il 1883 grazie all’opera di Joseph Poelaert, con 26mila metri quadrati di estensione e 104 metri di altezza totale.

Ubicato nella zona alta di Bruxelles e visibile da ogni angolo della capitale belga, la cupola che si vede oggi non quella originale: questa, infatti, cadde dopo un incendio appiccato dai nazisti quando abbandonarono la città. L’edificio è dotato di un enorme atrio e si divide in due piani e un seminterrato.

Mini-Europe a Bruxelles

Appena fuori dal centro città, ma raggiungibile con la metropolitana, si trova la Mini-Europe. Il principio è lo stesso del Minitalia, ovvero essere un parco divertimenti che possiede la rappresentazione dei monumenti più belli di tutta Europa.

Le città riprodotte sono un’ottantina e tutto quello che si può vedere è in scala 1: 25. Tuttavia, queste miniature non so statiche come appaiono: infatti, è possibile ammirare delle animazioni, come l’eruzione del Vesuvio.

Fonte: scopribruxelles

correlati

Nuova veste per i letti Lyle Modern e Lyle Capitonné di Noctis

Noctis – affermata realtà con 30 anni di storia, passione e ricerca nel settore dei letti imbottiti 100% Made in Italy – rinnova i letti Lyle Modern e Lyle Capitonné, riducendo...

Polignano a Mare, cosa vedere: spiagge, meteo, hotel, ristoranti e info utili

Tra freddo diffuso e allerte meteo su tutta la penisola non c'è niente di meglio da fare che pensare alla vostra prossima vacanza estiva....

Perugia cosa vedere: storia, attrazioni, hotel, meteo e info utili

Dopo aver fatto un salto a Catania e a Lecce, oggi vi accompagniamo in un viaggio alla scoperta dell'Umbria e della splendida città di...

Lecce città d’arte, cosa vedere: attrazioni, storia, spiagge e info utili

Continuiamo il nostro viaggio tra le bellezze d'Italia e stavolta ci trasferiamo in Puglia. Oggi vi parliamo di Lecce, della sua storia, delle sue...
Pubblicità