Arte La Madonna Litta di Leonardo torna a Milano nell'autunno del 2019

La Madonna Litta di Leonardo torna a Milano nell’autunno del 2019

Pubblicità
Pubblicità
   
E’ stata presentata oggi a Palazzo Marino a Milano la mostra LEONARDO E LA MADONNA LITTA in programma al Museo Poldi Pezzoli dal 7 novembre, fino al 10 febbraio.
Alla conferenza stampa hanno preso parte l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, il Direttore del Museo Poldi Pezzoli Annalisa Zanni, il co-curatore della mostra Pietro C. Marani e Diana Bracco, Presidente di Fondazione Bracco, Main Partner dell’esposizione. 
Il progetto si inserisce fra le celebrazioni nazionali dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci promosse e sostenute dal MiBACT e fra quelle promosse dal comitato territoriale di Milano e della Lombardia e nel palinsesto Milano Leonardo 500 promosso dal Comune di Milano | Cultura.

LEONARDO E LA MADONNA LITTA, Leonardo e la sua bottega milanese in mostra al Museo Poldi Pezzoli

Una mostra dal grandissimo rilievo scientifico , in cui sarà esposta eccezionalmente a Milano, per la prima volta dopo quasi trent’anni, La Madonna Litta. Celebre dipinto di Leonardo, appartenete dell’Ermitage, e fra i massimi capolavori del museo nazionale russo. L’opera, come detto, era già stata protagonista nel 1979 di una mostra nella città meneghina e in quell’occasione tornava a Milano dopo circa un secolo.

Realizzata intorno al 1495, nel primo periodo di soggiorno del genio vinciano in Lombardia, alla corte degli Sforza, se ne trova traccia per la prima volta nel 1784, quando fu acquistato da Alberico XII Barbiano di Belgioioso d’Este. Nel 1814, entrò a far parte della collezione Litta, quando fu scelto in legato da Alberto Litta Visconti Arese, a titolo di compenso per il suo ruolo di esecutore testamentario dello stesso Alberico XII. Infine, nel 1865 Antonio Litta Visconti Arese lo vendette allo zar Alessandro II di Russia, Inizialmente l’opera venne posta a Moscaper poi passare all’Ermitage che decise di esporla solo dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.

Insieme alla Madonna Litta verrà presentato un nucleo di 20  selezionatissimo di opere, tra dipinti e disegni di raffinata qualità, provenienti dalle collezioni pubbliche e private di tutto il mondo, eseguiti da Leonardo e dai suoi allievi più vicini – da Giovanni Antonio Boltraffio a Marco d’Oggiono, dall’ancora misterioso Maestro della Pala Sforzesca a Francesco Napoletano.

Leggi anche: Gli anni romani di Leonardo in mostra a Villa Farnesina

Pubblicità
   

correlati

Le carte da parati WallPepper nel cuore di Cuneo

Le carte da parati WallPepper hanno giocato un ruolo importante nella definizione formale e funzionale dei diversi ambienti che si susseguono in questa abitazione di...

Pirelli HangarBicocca riparte con le mostre di Cerith Wyn Evans e Trisha Baga

Da sabato 23 maggio, Pirelli HangarBicocca riapre le porte al pubblico dopo la chiusura degli spazi espositivi legata all’emergenza sanitaria. I visitatori avranno quindi...

Fondazione Pastificio Cerere riparte con la personale di Diana Lelonek

Mercoledì 20 maggio riapre la Fondazione Pastificio Cerere, a Roma, con la mostra in corso Buona Fortuna, prima personale in Italia di Diana Lelonek, a cura di Jakub Gawkowski, prorogata...

Il Palazzo delle Esposizioni riapre la mostra Gabriele Basilico. Metropoli

Dopo oltre due mesi il Palazzo delle Esposizioni di Roma riapre al pubblico il 19 maggio e proroga fino al 2 giugno la grande mostra Gabriele...
Pubblicità