Pigeon Patrol, ecco come i piccioni di Londra monitorano lo smog

0
4026
 

Dieci piccioni con piccoli ‘zaini’ installati sul corpo stanno volando su Londra per monitorare l’inquinamento della metropoli, ma solo per due giorni. È la Pigeon Patrol, letteralmente la pattuglia piccioni, questo il nome affidato al progetto dalla compagnia che lo ha ideato e lo sta seguendo; per seguire tutti gli aggiornamenti si può seguire il canale Twitter dedicato @PigeonAir. I piccoli dispositivi installati sulla ‘schiena’ degli animali sono in grado di rilevare biossido di azoto e gas ozono, i dati saranno fondamentali per capire a che livello si trovi l’inquinamento attuale di Londra. Notoriamente la capitale inglese non gode di una grande fama a riguardo, capita spesso che superi i limiti di guardia; gli allarmi continui delle ultime settimane hanno spinto la Corte Suprema a pubblicare una mozione per migliorare la situazione e risolvere la crisi. Nonostante la corsa ai ripari, si calcola che la città avrà livelli altissimi di biossido di azoto per almeno cinque anni. Oltre alla pattuglia piccioni, sono state ingaggiate anche 100 persone per lo stesso fine, indossare dispositivi e monitorare l’aria ad altezza uomo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.